Città in black out nel finale: il Rotonda vince 4-2

Avanti di due reti ad inizio secondo tempo, i giallorossi crollano in dieci minuti accusando una pesante sconfitta

Una partita folle per il Città di Messina, che torna con le ossa rotte da Castelluccio Inferiore dopo la sconfitta contro il Rotonda.
I “lupi”, nonostante una classifica a dir poco pericolante, non mollano mai, nemmeno quando la gara sembrava aver imboccato la corsia peloritana: la ripresa si apre con il raddoppio di Codagnone e fino a quel momento i locali non avevano prodotto alcunchè per impensierire Landi, giocando esclusivamente con lanci lunghi ed improduttivi.
Il calcio è però uno sport di episodi e la rete di Marigliano, che riapre la sfida un paio di minuti più tardi, manda in cortocircuito De Lucia e compagni.
Così come successo a Castrovillari e Portici, il Città di Messina scompare dal rettangolo verde.
L’ultima parte di gara, utile al Rotonda prima per pareggiare e poi per spiccare definitivamente verso i 3 punti è il peggiore film horror per il Città di Messina: errori personali, di squadra, mancanza di personalità e carattere.
Come se non bastasse, praticamente ogni formazione impegnata nella zona salvezza riesce a far risultato positivo, complicando e non poco, il percorso giallorosso da qui alla fine.

PRIMO TEMPO

Il Città di Messina parte bene ed all’8′ trova subito il vantaggio. Silvestri supera un avversario sulla sinistra e calcia in porta da poco dentro l’area, la palla si impenna dopo una deviazione avversaria e termina in rete. Ritmi bassi e la risposta ospite arriva solo al 29′ con Flores che crossa in mezzo ma Santamaria manca il tap in. Al 33′ ci prova Lorefice su punizione ma il pallone, deviato dalla barriera, finusce vicino all’incrocio. La prima frazione si chiude con il tentativo di Nicosia su sponda di Codagnone.

SECONDO TEMPO

Il Rotonda si presenta con due volti nuovi dall’inizio ma al 51′ il Città raddoppia con Codagnone che, su lancio di Lorefice, si invola verso la porta e batte Oliva. Il Rotonda la riapre subito e, dopo appena tre minuti, accorcia le distanze con Marigliano in sospetta posizione di offside. Inizia la girandola di cambi e la partita diventa molto fisica e dura. All’82’ il Rotonda trova il pari con Pastore che colpisce di testa in mischia su calcio d’angolo. La partita sembra essere indirizzata verso il pareggio ma all’89’ palla persa a centrocampo dai giallorossi e contropiede dei lucani che trovano il tris con Flores. L’attacante verrà poi espulso dopo l’esultanza. Sui titoli di coda arriva anche il poker con uno splendido pallonetto di De Stefano.

Rotonda-Città di Messina 4-2
Marcatori: 8′ pt Silvestri, 6′ st Codagnone, 9′ st Marigliano (R), 37′ st Pastore (R), 44′ st Flores (R), 47′ st De Stefano (R)

Rotonda: Oliva, Marigliano, Nicolao, Chiavazzo (29′ st Valori), Pastore, Silletti, Zappacosta (18′ st M. Gonzalez), Ostuni (1′ st Taccogna), Flores, Santamaria (18′ st Talia), Evacuo (1′ st De Stefano). A disposizione: D. Gonzalez, Tucci, Capristo, Orlando. Allenatore: Giovanni Baratto.

Città di Messina: Landi, Fofana, Silvestri, De Lucia, Berra, Bombara, Lorefice, Calcagno (32′ st Ferraù), Codagnone (16′ st Santoro), Argomenti (42′ st Princi), Nicosia (16′ st Miotto). A disposizione: Berikashvili, Bellopede, Crucitti, Cannino, Quintoni. Allenatore: Giuseppe Furnari.

Arbitro: Nicola DI Giovanni di Caserta
Assistenti: Simone Petracca di Lecce e Alessandro Parisi di Bari
Ammoniti: Silletti (R), Lorefice (CdM), Calcagno (CdM), Pastore (R), Bombara (CdM), Flores (R)
Espulso al 44′ st Flores (R)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *