Viola: allenare a Messina è un onore. Bari? Squadra blasonata ma dobbiamo salvarci

Il neo-allenatore è stato presentato alla stampa dopo la rifinitura del Despar Stadium

Il Città di Messina prepara la proibitiva sfida contro la capolista Bari e dopo l’avvicendamento sulla panchina giallorossa che ha visto l’esonero di Giuseppe Furnari in favore di Franco Viola, il tecnico calabrese ha preso parola nella breve presentazione del Despar Stadium.

IL MOMENTO

“Ho trovato una squadra in salute, nonostante la battuta d’arresto contro il Rotonda che inevitabilmente condiziona a livello psicologico. I presupposti per riscattarsi ci sono tutti ed i ragazzi hanno la giusta voglia”.

LA PARTITA CONTRO IL BARI E IL CAMBIO DI MODULO

“Non esistono partite facili nel calcio e questo è chiaro. Il Bari è una grande squadra ma il Città di Messina ha la necessità di raccogliere punti contro chiunque, senza guardare al nome degli avversari o alla loro classifica. Il 4-3-3 è una delle soluzioni che valuterò”.

GLI ALLENAMENTI

“I motivi dei cambiamenti su orari e impianto sono per lo più logistici. Valuteremo con la Società la soluzione migliore ma è evidente che la Città tutta soffra la delicata situazione che vede la mancanza di strutture adeguate”.

IL CAMPIONATO E LA LOTTA SALVEZZA

“Escludendo Bari e Turris, c’è molto equilibrio. Nessuno può considerarsi tranquillo sino al raggiungimento matematico dell’obbiettivo. Noi ce la giocheremo fino alla fine in tal senso”.

LA ROSA A DISPOSIZIONE E IL SETTORE GIOVANILE

“Nessuno verrà bocciato a prescindere ma una rosa così ampia porterà a delle inevitabili scelte. Conosco la bontà del settore giovanile ma adesso dobbiamo concentrarci con tutte le nostre forze sul raggiungimento della salvezza”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *